Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/40314
Title: Ars Impossibilium. Adynaton e retorica della impossibilità : la lirica italiana medievale nel quadro delle letterature europee
Authors: Argurio, Silvia
Advisor: Ariani, Marco
Keywords: Boccaccio
Retorica
Petrarca
Poesia
Impossibilità
Issue Date: 23-Mar-2018
Publisher: Università degli studi Roma Tre
Abstract: Il lavoro presenta uno studio sistematico dell’ἀδύνατον e dei meccanismi legati alla retorica dell’impossibilità nella lirica italiana medievale, offrendo un costante confronto con il quadro letterario europeo. Si cerca così di colmare una lacuna a cui la critica non sembra aver riservato troppa attenzione: mancano, infatti, nella letteratura italiana studi sistematici che sposino un’indagine tematica sull’ἀδύνατον ad uno sforzo classificatorio che ne chiarisca al contempo le caratteristiche formali. Si è tracciata la storia dell’impossibilità adynatica secondo un principio cronologico a partire dalla lettaratura latina e greca, mediolatina, provenzale e antico francese, fino alla produzione lirica italiana dalle origini a Petrarca e Boccaccio, affinché dall’avvicendarsi di modalità formali e contenutistiche ne emergessero sia i tratti costanti che quelli mutevoli. Grazie all’elaborazione di una nuova proposta di classificazione si è scelto di approfondire e chiarire la diversificazione fra ἀδύνατα, iperboli e perifrasi e, soprattutto, delimitare con maggior precisione i confini dell’ἀδύνατον separandolo da ogni altro genere di impossibilia quali, ad esempio, il computo impossibile, l’inanis opera, gli impossibilia expleta. Per ogni occorrenza dell’ἀδύνατον, in ogni autore, si è tenuto conto sia della poetica individuale che del contesto storico con i suoi riferimenti filosofici, teologici e scientifici. Non è escluso che motivi adynatici, tipici di racconti popolari e proverbi, abbiano avuto un’origine religiosa. Dunque le analisi condotte tengono necessariamente conto del complesso di credenze religiose attive nella coscienza degli autori, credenze perfettamente in grado di modificare il significato della figura retorica: basti pensare ai casi in cui l’azione adynatica è messa in collegamento con il motivo del giudizio divino o con l’abuso nei confronti della natura.
URI: http://hdl.handle.net/2307/40314
Access Rights: info:eu-repo/semantics/openAccess
Appears in Collections:Dipartimento di Studi Umanistici
T - Tesi di dottorato

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Tesi Argurio Ars impossibilium.pdf2.98 MBAdobe PDFView/Open
SFX Query Show full item record Recommend this item

Page view(s)

60
checked on Oct 2, 2022

Download(s)

190
checked on Oct 2, 2022

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.