Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/674
Title: Per una storia del diritto commerciale a Roma tra XVIII e XIX secolo : la giurisdizione del Tribunale di Commercio a Roma in età napoleonica e la sua giurisprudenza (1810-1814)
Authors: Celluprica, Francesco
metadata.dc.contributor.advisor: Alvazzi Del Frate, Paolo
Issue Date: 16-Apr-2010
Publisher: Università degli studi Roma Tre
Abstract: La tesi di dottorato cui si riferisce il presente abstract è stata redatta partire dalle ricerche compiute presso l’Archivio di Stato di Roma (ASR) e con l’obiettivo di esaminare delle sentenze del Tribunale di commercio - istituito nella città sotto il dominio napoleonico tra il 1809 ed il 1814 - ivi conservate. Più nel dettaglio, la tesi esamina la particolare situazione della giurisdizione romana in materia di commercio precedente l’arrivo delle truppe di francesi (Capitolo I), ove era normale che le funzioni di governo, di amministrazione e di giustizia fossero incorporate nella stessa istituzione, secondo un modello caratterizzato da un pluralismo ineliminabile della dimensione giuridica e da una compresenza concorrente e dialettica di tribunali e sistemi diversi. A seguire, viene sinteticamente considerata l’evoluzione del diritto commerciale all’interno dell’ordinamento giuridico francese (Capitolo II), a partire presa di coscienza da parte del potere pubblico dell’importanza del settore commerciale e finanziario e della conseguente spinta dei sovrani a promuovere una normativa tendente a superare i confini del corpo, attraverso una dialettica tra gli ordinamenti corporativi e quelli politici che si svilupperà lungo l’arco di due-tre secoli e che porterà, con l’Ordonnance du Commerce del 1673, a trasferire ai tribunali statali le competenze dei tribunali consolari. Quanto sopra, per arrivare al nucleo più originale della trattazione e cuore della tesi (Capitolo III), consistente nell’esame dell’applicazione del “sistema di giurisdizione commerciale francese” - ossia quello costituito dall’applicazione del Code de commerce del 1807, da una parte, e dall’istituzione di un Tribunale di commercio, dall’altra - a Roma, attraverso lo studio analitico delle sentenze sopradette. Chiude il descritto studio l’esposizione degli sviluppi successivi alla restaurazione (Capitolo IV), dove i principi radicalmente innovatori fondati su di una vera e propria “nuova filosofia giudiziaria” ed introdotti sotto la dominazione napoleonica si confrontano con la volontà di procedere ad un ripristino generale della situazione precedente.
URI: http://hdl.handle.net/2307/674
Appears in Collections:X_Dipartimento di Storia e Teoria Generale del Diritto
T - Tesi di dottorato

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Tesi_Celluprica_FINAL_B.pdf356.33 kBAdobe PDFView/Open
Tesi_Celluprica_FINAL_C.pdf109.86 kBAdobe PDFView/Open
Tesi_Celluprica_FINAL_A.pdf618.35 kBAdobe PDFView/Open
SFX Query Show full item record Recommend this item

Page view(s)

16
checked on Sep 30, 2020

Download(s)

24
checked on Sep 30, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.