Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/478
Title: La programmazione degli interventi manutentori : analisi del degrado del piano stradale per la sicurezza d'esercizio
Authors: D'Amico, Fabrizio
metadata.dc.contributor.advisor: Benedetto, Andrea
Issue Date: 6-Apr-2009
Publisher: Università degli studi Roma Tre
Abstract: Nell’ambito della presente tesi vengono affrontate le tematiche relative alla gestione della manutenzione delle pavimentazioni stradali, con specifico riferimento alla programmazione degli interventi ai fini di garantire la sicurezza dell’esercizio viario. La sicurezza stradale, infatti, è divenuto uno dei maggiori problemi di salute pubblica a livello nazionale ed europeo, e il degrado strutturale è una delle possibili cause di incidentalità come dimostrato da approfondite analisi incidentali effettuate, che hanno messo in mostra come la presenza di ammaloramenti stradali sia fattore determinante sia nella genesi che nell’evoluzione di un evento incidentale. Alla luce di questa criticità, ormai consolidata, non si è ancora riusciti a mettere a punto una programmazione degli interventi manutentivi che prescinda dal solo raggiungimento di ottimi economici, ma che integri e soddisfi anche le condizioni di sicurezza di circolazione che dovrebbero essere sempre garantite. Se da un lato, infatti, la vastità delle reti stradali, la necessità di rapidi interventi e la scarsità delle risorse destinate alla manutenzione sembrano essere fattori ostativi alla risoluzione del problema, dall’altro, la recente fabbricazione di macchinari ad alto rendimento per la valutazione e il ripristino delle sovrastrutture e la crescente disponibilità di attrezzature hardware e software per la simulazione ed evoluzione dei degradi, sembrano aprire orizzonti scientifici ancora inesplorati e fornire positive aspettative per il futuro. La metodologia messa a punto in questo lavoro mostra come, a partire da una conoscenza dettagliata delle differenti tipologie di degrado, ed attraverso l’ausilio di avanzati algoritmi di calcolo, sia possibile indicare quali siano le soglie di insicurezza dell’esercizio della circolazione stradale, che si possono raggiungere in periodi più o meno prossimi, a seconda dell’evoluzione temporale dei degradi. Una rapida ricognizione della rete, permetterebbe infatti di conoscere gli stati attuali di degrado delle sovrastrutture, che attraverso appositi algoritmi possono essere stimati nel tempo. Contemporaneamente, la simulazione dei differenti comportamenti del veicolo all’evolversi del degrado stesso, potrebbe portare a conoscenza delle condizioni di rischio alle quali una infrastruttura è soggetta all’attualità, e nello scenario di previsione adottato. Di qui la possibilità di scelta del miglior momento di intervento manutentivo, che, senza prescindere da un organizzazione della spesa sociale, garantirà il rispetto di adeguati standard di sicurezza.
This paper focuses on the management of maintenance of road pavement, with specific reference to the planning of interventions to ensure the road safety. Road safety, in fact, has become one of the major public health problem at national and European level, and road defects are one of the main causes factor of road accidents as confirmed by detailed accident statistics. Those analysis show how pavement defects make the pavement surface irregular, modify its functionality and driving comfort, and consequently the risk of accidents increases. Even if those analysis are clear and well-established, no one has developed a specific maintenance program without achieving economic optimization that integrates and satisfies safety perspectives. If on the one hand, indeed, the magnitude of road networks, the need for rapid action and the scarcity of resources intended for the road maintenance seem to be an obstacle to the resolution of the issue, on the other hand the recent manufacture of high-efficiency machinery for the evaluation and the restoration of the superstructures and the increasing availability of hardware and software equipment for the simulation of vehicle behaviour and evolution of road defects, seem to expand on unexplored scientific horizons and provide positive expectations for the future. The methodology developed in this work shows how, starting from a detailed knowledge of the different types of degradation, and through the help of advanced algorithms, it is possible to indicate the levels of insecurity in the road that can be achieved in coming periods, depending on time of degradation. A quick reconnaissance of the national network would make it possible to know the current state of deterioration of the superstructure, through appropriate algorithms that can be estimated. At the same time, the simulation of the different vehicle behaviour in line with the road damage evolution could let we know the risk conditions under which an infrastructure is subjected to actually, and in the future. In consequence of this we will have the possibility to choose the best moment to program the road maintenance, under safety perspectives.
URI: http://hdl.handle.net/2307/478
Appears in Collections:X_Dipartimento di Scienze dell'ingegneria civile
T - Tesi di dottorato

Files in This Item:
File Description SizeFormat
D'AMICO-Laprogrammazionedegliinterventimanutentori-l'ana.pdf3.28 MBAdobe PDFView/Open
SFX Query Show full item record Recommend this item

Page view(s)

6
Last Week
0
Last month
1
checked on Aug 4, 2020

Download(s)

71
checked on Aug 4, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.