Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/4376
Title: Tecnologie dell'informazione e della comunicazione per la valorizzazione dei beni culturali
Authors: Sità, Paolo Francesco
metadata.dc.contributor.advisor: Neri, Alessandro
Keywords: cultural heritage
image processing
ICT
SEM
Issue Date: 15-May-2014
Publisher: Università degli studi Roma Tre
Abstract: Il progetto di ricerca, svolto grazie alla collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni, si propone di studiare e sviluppare algoritmi e applicazioni per la raccolta e l’elaborazione di immagini e video digitali destinati allo studio, alla salvaguardia e alla fruizione su larga scala di beni culturali. Il progetto di ricerca è stato strutturato in due filoni principali: dal punto di vista tecnologico è stato realizzato l’applicativo software CHIP (Cultural Heritage Image Processing tool), uno strumento per la manipolazione e analisi di immagini relative ai beni culturali, mentre dal punto di vista della teoria sono state analizzate le tecniche di codifica alla base degli algoritmi sviluppati. Esistono molti software commerciali per l’elaborazione delle immagini ma spesso tali sistemi sono concepiti per la manipolazione di immagini non strettamente correlate al campo del cultural heritage. Al fine di ottenere risultati migliori, in termini di qualità e prestazioni, è necessario utilizzare algoritmi specifici; l’applicativo CHIP nasce come strumento progettato e sviluppato con l’obiettivo di sfruttare le tecnologie digitali a favore della gestione, della valorizzazione e della tutela dei beni culturali. All’interno della tesi verranno descritte le caratteristiche del sistema sviluppato, con particolare attenzione sull’analisi dei principali algoritmi sviluppati come il digital impainting, l’enhancement e l’High Dynamic Range. Verranno, inoltre, illustrate le tematiche affrontate durante la ricerca ovvero le principali tecniche legate alla rappresentazione tridimensionale di oggetti multimediali. Il lavoro di ricerca ha portato alla realizzazione di un approccio innovativo per la valorizzazione e la fruizione dei beni culturali realizzando un sistema integrato multimodale e multimediale con flussi di navigazione semplici, intuitivi e veloci, con una interazione attiva, sociale e di qualità e con un target multilingue avente diversi livelli di lettura. In particolare nell’ambito dal progetto Rome ArcheoMedia, svolto in collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni e la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma è stato possibile, attraverso le nuove tecnologie multimediali, implementare un differente approccio alla comprensione dei beni archeologici nel loro contesto originale mediante percorsi di visita personalizzati e interattivi. Le tecnologie utilizzare per la realizzazione di tour e ricostruzioni virtuali tridimensionali hanno permesso di concludere il lavoro di ricerca arricchendolo di elementi multimediali ed aprendo nuove strade a future ricerche, fondendo nel miglior modo possibile la teoria con la pratica.
URI: http://hdl.handle.net/2307/4376
Access Rights: info:eu-repo/semantics/openAccess
Appears in Collections:T - Tesi di dottorato
Dipartimento di Ingegneria

Files in This Item:
File Description SizeFormat
TesiPhD_PaoloFrancescoSita.pdf9.05 MBAdobe PDFView/Open
SFX Query Show full item record Recommend this item

Page view(s)

9
Last Week
0
Last month
8
checked on Sep 29, 2020

Download(s)

1
checked on Sep 29, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.