Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/40343
Title: I manoscritti religiosi e la teologia eterodossa di Isaac Newton
Authors: Lepore, Isabella Maria
Advisor: Pecere, Paolo
Keywords: The original of Religion
Of the Church
Issue Date: 13-Jun-2018
Publisher: Università degli studi Roma Tre
Abstract: In questo progetto di ricerca propongo la discussione e la sistematica presentazione della teologia del noto scienziato inglese, Isaac Newton, che ho condotto attraverso una preliminare analisi di un gruppo scelto di testi appartenenti al vasto corpus dei suoi manoscritti religiosi. Queste opere, tutt’ora prevalentemente inedite e solo parzialmente esplorate, si trovano radunate all’interno delle due grandi collezioni Yahuda (conservata presso la Jewish National and University Library di Gerusalemme) e Keynes (custodita presso il King’s College di Cambridge) e in una raccolta minore riunita presso la Bodmer Library di Ginevra, ma è possibile consultare la maggior parte di esse online, presso il portale del Newton Project (http://www.newtonproject.sussex.ac.uk/) dove, a partire dal 1999 sono disponibili in versione digitalizzata e normalizzata. La selezione che ho effettuato risponde alla volontà di inquadrare e chiarire il nucleo prettamente teorico dell’inchiesta newtoniana e di impostare un problema epistemologico in modo concreto, riservandomi di citare solo occasionalmente le opere correlate, le aggiunte più significative, le successive e molteplici revisioni delle indagini. Dunque, la ricerca si è concentrata su un’esposizione il più possibile coerente e articolata dell’”empirica” e personale teologia di Isaac Newton, le cui caratteristiche e la cui novitas sono state illustrate attraverso un serrato confronto con la riflessione teologica e filosofica promossa da pensatori, sette, correnti religiose e politiche partecipanti al dialogo intrareligioso del suo tempo, nel tentativo sincrono di rispondere allo spinoso interrogativo sollevato ripetutamente dagli studiosi dello scienziato, circa la posizione da lui occupata nell’ampio spettro di tali indirizzi teologici e filosofici. È stato, in questo contesto, chiarito il significato della sua aderenza, pur motivata e con riserva, alla Chiesa Anglicana, dunque la natura del suo antitrinitarismo e il valore del suo, seppur incompleto, progetto irenico, concepito nel tentativo di rispondere al problema contemporaneamente religioso e politico della disgregazione della Chiesa, di cui invocò e promosse l’unità attraverso la proposta di una responsabile politica ecclesiastica “tending to peace”. Inoltre, anche se incidentalmente e solo funzionalmente, sono stati analizzati i rapporti che intercorsero tra la sua teologia naturale e la ricerca scientifica con l’intenzione di chiarire il contributo decisivo apportato dalla sua riflessione religiosa all’evoluzione dei suoi studi, alla definizione dei concetti e all’approntamento ed elaborazione dei suoi metodi di indagine.
URI: http://hdl.handle.net/2307/40343
Access Rights: info:eu-repo/semantics/openAccess
Appears in Collections:Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo
T - Tesi di dottorato

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Tesi_lepore.pdf3.23 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record Recommend this item

Page view(s)

97
checked on Feb 4, 2023

Download(s)

753
checked on Feb 4, 2023

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.