Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/642
Title: Pericolosità geologica e caratterizzazione del sottosuolo in ambiente urbano : metodologie di analisi ed applicazioni al caso di Roma
Authors: Urru, Giorgia
metadata.dc.contributor.advisor: Funiciello, Renato
metadata.dc.contributor.referee: Crespi, Mattia
Giordano, Guido
Issue Date: 20-Apr-2009
Publisher: Università degli studi Roma Tre
Abstract: Le aree urbane costituiscono per definizione la parte più densamente popolata del pianeta, ospitando circa la metà della popolazione mondiale. Nell'ultimo secolo, inesorabilmente e molto rapidamente, le aree urbane hanno esteso i loro confini ben oltre i centri storici cittadini per rispondere alle esigenze dettate dall'incremento demografico. Tale realtà comporta implicazioni non solo socio-economiche, ma crea nuove problematiche ambientali e nuove pericolosità che le amministrazioni locali devono sempre più prontamente affrontare. In questa ottica lo studio e la ricerca su vari aspetti e criticità connesse alla pericolosità geologica in senso lato diventano di essenziale ausilio al lavoro di prevenzione e mitigazione degli eventi naturali durante la pianificazione territoriale. In tale contesto si inserisce questa Tesi di Dottorato, mettendo a punto una metodologia per la gestione integrata delle informazioni geologiche necessarie alla individuazione e definizioni delle principali pericolosità geologiche insistenti in ambiente urbano. In particolare, si è focalizzata l'attenzione sulla fase di lavoro preliminare che riguarda la raccolta dei dati di base e le conoscenze pregresse sul fenomeno geologico d'interesse, al fine di valorizzare la risorsa dei dati geologico-geotecnici e del loro uso integrato, mirando alla parametrizzazione più completa possibile del volume di territorio suscettibile a fenomeni naturali e non, che determinano un rischio. Si è pervenuti(1) ad una modellizzazione del sottosuolo dal punto di vista geologico-stratigrafico e geotecnico, con attenzione alle proprietà sismiche dei terreni, (2) alla costruzione del database dei dati spaziali e tematici che rappresentano i fattori di pericolosità geologica relativa ai processi di crollo per instabilità di cavità, di subsidenza geotecnica, di amplificazione sismica, di instabilità di versante, sviluppato in ambiente G.I.S., predisponendo i dati e le informazioni necessarie alle fasi successive di approfondimento attraverso metodologie specifiche per la modellizzazione di scenari di rischio. L'approccio è stato validato affrontando lo studio geologico integrato in una fase preliminare della zona di Porta Metronia e di Via Giustiniano Imperatore a Roma, in corrispondenza dei depositi alluvionali dei fossi in riva sinistra, rispettivamente delle Acque Mariane e di Grotta Perfetta. Interpretando i dati provenienti dalle campagne geognostiche tra il 1998 e il 2001 della Nuova Metropolitana di Roma, linea C, si sono inoltre analizzati le prove geofisiche di tipo cross hole per la caratterizzazione del comportamento sismico dei terreni alluvionali. Attraverso il geodatabase è stata possibile la ricostruzione 2, 5D dell'andamento delle principali superficie geologiche incontrate nell'area di Porta Metronia. In definitiva viene confermata la spiccata predisposizione dei fossi in riva sinistra ed in particolare di quelli in cui il processo di urbanizzazione è riferibile agli anni del secondo dopoguerra, ad ospitare fenomeni di amplificazione sismica così come indicato dagli studi qualitativi e macrosismici e l'esaurimento dei processi di consolidazione nei depositi alluvionali in corrispondenza del centro storico. Inoltre si evidenzia un comportamento fortemente non lineare degli stessi depositi che predicono un elevato fattore di smorzamento, cosa che comporta un ulteriore approfondimento di analisi per poter effettuare una microzonazione sismica a livello operativo sul territorio. Si è proposto, infine, una semplice applicazione WebGis, realizzata con il software Open Source, Mapserver 5.2.0, che mette in evidenza un aspetto di grande fruibilità del progetto sviluppato nel senso della visualizzazione interattiva e della condivisione ed interrogazioni di semplici informazioni. Lo sviluppo di tale applicativo fa sì che i dati diventino uno strumento di ausilio immediato e interattivo nel processo di decision making relativo alla pianificazione territoriale e di informazione diretta per una rapida e facile consultazione anche da parte di persone non esperte del settore, con tutela della consistenza e della proprietà, riservatezza dei dati. Il modello concettuale proposto e più in generale l'approccio metodologico illustrato rappresentano un primo passo di un processo ampio e complesso di valutazione quantitativa e puntuale delle pericolosità geologiche che interessano il tessuto urbano in città con uno sviluppo urbanistico secolare, modellizzando sia le componenti naturali geologiche (il sottosuolo, la superficie terrestre, l'idrogeologia), sia quelle antropiche (cavità, edifici, manufatti archeologici, strade).
URI: http://hdl.handle.net/2307/642
Appears in Collections:X_Dipartimento di Scienze geologiche
T - Tesi di dottorato

Files in This Item:
File Description SizeFormat
URRUPericolositageologicaesottosuoloinambienteurbano.pdf15.17 MBAdobe PDFView/Open
SFX Query Show full item record Recommend this item

Page view(s)

14
Last Week
0
Last month
1
checked on Aug 4, 2020

Download(s)

21
checked on Aug 4, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.