Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/5908
Title: Tre saggi sulla competitività  nel contesto dell'Eurozona
Authors: Paternesi Meloni, Walter
metadata.dc.contributor.advisor: Stirati, Antonella
Keywords: Competitività
Eurozona
Squilibri
Austerità
Export
Issue Date: 26-May-2016
Publisher: Università degli studi Roma Tre
Abstract: I tre saggi che compongono la presente tesi di dottorato si pongono l’obiettivo di studiare il tema della competitività nel contesto dell’Eurozona da diverse prospettive (teorica, metodologica ed empirica). Infatti, negli ultimi anni la questione della competitività ha dato vita a vivaci dibattiti economici, in quanto la crisi dell’Eurozona - dopo essere stata accostata a presunti problemi di sostenibilità del debito pubblico - è stata spesso interpretata come la conseguenza dei crescenti squilibri di partite correnti tra i vari Paesi dell’Unione Monetaria Europea. Tuttavia, dalla letteratura economica non è fino ad ora emerso un sostanziale consenso né sulla definizione e sulle misure della competitività nazionale, né sulla rilevanza e sul ruolo dei fattori di competitività di prezzo. Nel primo saggio si fornisce un’analisi critica circa le attuali politiche restrittive adottate da alcuni Paesi dell’Eurozona che, sulla base di argomentazioni di impostazione economica mainstream, sono implementate come strumento per ripristinare la competitività dei Paesi in deficit. Da una prospettiva teorica keynesiana, l’obiettivo del saggio è di valutare criticamente il legame tra austerità e competitività - ipotizzato a sostegno delle contingenti scelte di policy - sia dal punto di vista teorico che per mezzo di alcune evidenze macroeconomiche. Tuttavia, le politiche in questione vengono solitamente implementate a seguito di valutazioni tecniche sul grado di competitività di un sistema-Paese basate su particolari indicatori economici. A riguardo, il secondo saggio si focalizza, da un punto di vista metodologico, sugli aspetti rilevanti e sulle criticità dei vari indici di competitività nazionale, fornendo una tassonomia basata sulle assunzioni teoriche e sulla dimensionalità di ogni indicatore. Inoltre, si suggerisce una metodologia alternativa - basata su un approccio a variabili latenti - per la redazione di un indicatore multidimensionale di competitività nazionale (il Global Competitiveness Index, redatto dal World Economic Forum) per mezzo di un’analisi Partial Least Squares (PLS-PM). Infine, il terzo saggio concerne un’analisi empirica circa le trade elasticities di lungo periodo del sistema produttivo italiano (in riferimento agli anni 1994/2014), che si pone l’obiettivo di valutare la rilevanza della competitività di prezzo - misurata per mezzo del REER basato su diversi deflatori - sui flussi di import ed export. Le analisi econometriche (che seguono una metodologia ECM) sono realizzate su dati in valore ed in volume, distinguendo per partner commerciali e per settori economici. L’indagine effettuata permette di concludere che, sebbene i fattori di domanda abbiano avuto un ruolo considerevole nel determinare i flussi commerciali, la competitività di prezzo è un elemento di ampia rilevanza per l’export del sistema produttivo italiano.
URI: http://hdl.handle.net/2307/5908
Access Rights: info:eu-repo/semantics/openAccess
Appears in Collections:Dipartimento di Economia
T - Tesi di dottorato

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Tesi PhD Paternesi.pdf3.75 MBAdobe PDFView/Open
SFX Query Show full item record Recommend this item

Page view(s)

32
Last Week
0
Last month
0
checked on Sep 19, 2020

Download(s)

27
checked on Sep 19, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.