Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/5094
Title: La tutela amministrativa delle clausole vessatorie
Authors: Angelini, Valentina
metadata.dc.contributor.advisor: Rabitti, Maddalena
Keywords: clausole vessatorie
agom
Issue Date: 10-Jun-2015
Publisher: Università degli studi Roma Tre
Abstract: L’indagine trae il proprio punto di partenza dall’elemento di novità che caratterizza l’oggetto della ricerca: con l’articolo 5 del decreto legge del 24 gennaio 2012, n. 1, convertito con modificazioni dalla legge del 24 marzo 2012, n. 27, viene introdotta nel codice del consumo una nuova disposizione – l’articolo 37 bis – che istituisce un sistema di tutela amministrativa contro le clausole vessatorie inserite nei contratti tra professionisti e consumatori conclusi mediante adesione a condizioni generali di contratto o tramite la sottoscrizione di moduli, modelli o formulari, la cui competenza viene affidata all’Autorità garante della concorrenza e del mercato (di seguito, Autorità antitrust, o, più semplicemente Autorità o AGCM). L’analisi, in particolare, è rivolta ad osservare, da un lato, le possibili convergenze ed eventuali implicazioni reciproche fra il tradizionale schema di tutela privatistico con il nuovo strumento di tutela pubblicistico in materia di clausole vessatorie; dall’altro, è volta ad individuare, alla luce di questa nuova competenza affidata all’Autorità in materia di tutela del consumatore, le probabili connessioni con la disciplina in materia di pratiche commerciali scorrette. Su queste basi, il lavoro è stato impostato secondo il seguente schema. Nel Capitolo I, si è ritenuto necessario procedere ad una descrizione preliminare del contesto normativo di riferimento, sia in chiave comunitaria che nazionale, in cui la nuova disposizione si viene a porre. In particolare, dapprima, si è ripercorso l’iter delle diverse fasi che connotano l’introduzione della norma – in un’ottica di recenti scelte effettuate dal nostro legislatore sia nell’ambito della tutela del consumatore che del mercato –; successivamente, si è provveduto a descrivere, in ambito nazionale, il quadro dei rimedi esperibili in materia di clausole vessatorie. Nel Capitolo II si è provveduto ad analizzare la struttura della norma e le peculiarità della tutela di cui all’art. 37 bis del codice del consumo, anche con riferimento alla “presunta inutilità” del precetto. Nel Capitolo III si sono passate in rassegna le prime pronunce dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in tema di clausole vessatorie al fine di verificare i risultati raggiunti da questa prima prassi applicativa. Infine, nel Capitolo IV si è guardato, in prima analisi, al rapporto fra la disciplina in materia di clausole vessatorie, pratiche commerciali scorrette e diritti dei consumatori nei contratti, esaminandone, in particolare, le peculiarità e le differenze sia in termini di disciplina sostanziale che procedurale. In secondo luogo, si è cercato di indagare sul possibile impatto che le predette discipline hanno in termini di public enforcement, cercando di fornire alcune possibili interpretazioni al riguardo.
URI: http://hdl.handle.net/2307/5094
Access Rights: info:eu-repo/semantics/openAccess
Appears in Collections:T - Tesi di dottorato
Dipartimento di Studi Aziendali

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Tesi def. Angelini la tutela amministrativa delle clausole vessatorie.pdf5.52 MBAdobe PDFView/Open
SFX Query Show full item record Recommend this item

Page view(s)

22
checked on Sep 20, 2020

Download(s)

13
checked on Sep 20, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.