Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/3948
Title: Studia urbium/urbes studiorum. Università e trasformazioni urbane nell'economia della conoscenza : il caso di Roma
Authors: Mordenti, Viola
metadata.dc.contributor.advisor: Avarello, Paolo
Issue Date: 20-May-2011
Publisher: Università degli studi Roma Tre
Abstract: La ricerca si propone di analizzare il ruolo delle Università nelle trasformazioni urbane, con particolare riferimento al caso italiano. Il tema affronta la relazione tra le trasformazioni prodotte dagli insediamenti universitari e gli effetti, di doppio segno, riscontrati nei contesti territoriali di riferimento. A partire dagli anni '70 l'Università in Italia ha funzionato come istituzione della conoscenza statale per la mobilità sociale delle nuove generazioni. Oggi il contesto politico e sociale è profondamente mutato e l'importanza della formazione universitaria, soprattutto a livello internazionale, riguarda la capacità dei singoli Stati di promuovere l'innovazione e la crescita culturale come volano per l'economia - non a caso definita dalla letteratura come “economia della conoscenza”. La volontà di adeguare a livello europeo un piano considerato strategico per la supremazia economica di livello globale ha trovato nel Processo di Bologna la ratifica della prospettiva condivisa dagli Stati membri. Gli Atenei affrontano dunque una stagione di importanza produttiva, laddove la capacità d’innovazione, di costruzione di relazioni economiche e culturali complesse, di attività produttive integrate con il territorio, infine di riuso e di rivitalizzazione delle aree metropolitane dismesse, sono tutti elementi che concorrono allo sviluppo economico delle città. In Italia non esiste ad oggi una coerenza operativa, nelle politiche urbane e nella pianificazione, in grado di orientare il sistema universitario e quello metropolitano sullo stesso orizzonte di interessi. L’integrazione dei due sistemi permetterebbe invece di determinare, strategicamente e con consapevolezza degli effetti, le trasformazioni urbane necessarie alla promozione del territorio. Invece, gli effetti prodotti dagli insediamenti universitari, spesso privi dei servizi necessari, sembrano entrare unicamente nelle logiche dell'economia urbana, attraverso la valorizzazione immobiliare delle zone urbane coinvolte, e difficilmente sono annoverati tra le esternalità positive a livello della sostenibilità urbana e sociale. L'analisi del caso studio romano, a partire dall'inquadramento territoriale, dall'analisi del modello insediativo e dalle strategie future dei tre Atenei, propone di delineare una cornice utile agli studi disciplinari per un intervento strutturale delle politiche urbane, sia per intercettare il potenziale di sviluppo di questo tipo di istituzioni, che per orientarne gli effetti.
URI: http://hdl.handle.net/2307/3948
Access Rights: info:eu-repo/semantics/openAccess
Appears in Collections:X_Dipartimento di Studi urbani
T - Tesi di dottorato

Files in This Item:
File Description SizeFormat
STUDIA URBIUM_URBES STUDIORUM.pdf9.56 MBAdobe PDFView/Open
SFX Query Show full item record Recommend this item

Page view(s)

9
checked on Sep 29, 2020

Download(s)

1
checked on Sep 29, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.