Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2307/3942
DC FieldValueLanguage
dc.contributor.advisorNeri, Alessandro-
dc.contributor.authorCostantini, Luca-
dc.date.accessioned2015-03-11T09:00:11Z-
dc.date.available2015-03-11T09:00:11Z-
dc.date.issued2011-04-11-
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/2307/3942-
dc.description.abstractIl presente lavoro di tesi affronta il problema della gestione automati- ca di archivi di immagini. A tal fine sono stati sviluppati due sistemi, che pur avendo degli aspetti comuni, affrontano il problema da due punti di vista differenti. Gli aspetti comuni riguardano l’architettura generale in cui un utente sottopone la richiesta utilizzando un’im- magine di esempio, successivamente il sistema classifica le immagini nell’archivio in base alla similitudine con questa di esempio. Un altro aspetto comune riguarda l’utilizzo delle funzioni armoniche circolari come strumento per l’analisi e la caratterizzazione delle immagini. Di tale classe di funzioni vengono utilizzate i polinomi di Zernike e le funzioni di Laguerre Gauss. La differenza principale degli approc- ci studiati e sviluppati risiede nel fatto che mentre il primo descrive l’immagine utilizzando un numero finito di caratterizzazioni locali, il secondo la rappresenta utilizzando delle caratteristiche globali. Infat- ti, nel primo sistema le funzioni armoniche circolari vengono utilizzate come descrittori di pattern 2D, sfruttandone le loro propriet`a come, ad esempio, l’invarianza alla rotazione. Nel secondo sistema, invece, le funzioni armoniche circolari vengono utilizzate per analizzare le im- magini al fine di descriverle utilizzando delle caratteristiche di basso livello, quali ad esempio le tessiture ed i bordi. In questo caso, `e stato sviluppato un algoritmo che raggruppa in sottoinsiemi le immagini che potrebbero essere rilevanti. Si fa ci`o per facilitare le operazioni di analisi dei risultati da parte dell’utente e per riassumere i contenu- ti presenti nelle immagini considerate rilevanti. I risultati ottenuti mostrano sia l’efficacia dei sistemi sviluppati, sia il fatto che le fun- zioni armoniche circolari sono degli ottimi strumenti per la descrizione di pattern 2D e per l’analisi delle immagini.it_IT
dc.language.isoitit_IT
dc.publisherUniversità degli studi Roma Treit_IT
dc.titleMotori di ricerca di immagini basati sulle funzioni armoniche circolariit_IT
dc.typeDoctoral Thesisit_IT
dc.subject.miurSettori Disciplinari MIUR::Ingegneria industriale e dell'informazione::TELECOMUNICAZIONIit_IT
dc.subject.isicruiCategorie ISI-CRUI::Ingegneria industriale e dell'informazione::Information Technology & Communications Systemsit_IT
dc.subject.anagraferoma3Ingegneria industriale e dell'informazioneit_IT
dc.rights.accessrightsinfo:eu-repo/semantics/openAccess-
item.fulltextWith Fulltext-
item.languageiso639-1other-
item.grantfulltextrestricted-
Appears in Collections:X_Dipartimento di Elettronica applicata
T - Tesi di dottorato
Files in This Item:
File Description SizeFormat
Motori di ricerca di immagini basati sulle funzioni armoniche circolari.pdf9.95 MBAdobe PDFView/Open
SFX Query Show simple item record Recommend this item

Page view(s)

21
checked on Nov 29, 2020

Download(s)

1
checked on Nov 29, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.